Nota autoironica (su Isacco Luongo)

Isacco_Luongo_autore

L’intelligenza è invisibile,
agli occhi dell’uomo che non la possiede”
Arthur Schopenhauer (1788-1860)

***

Passare per idiota agli occhi di un imbecille,
è un piacere irrinunciabile”
(Georges Courteline)

***

Ma chi è questo Isacco Luongo?


Gentilissimo lettore. Ritengo sia educato dare un minimo di informazioni sull’autore del libro presentato attraverso questo sito web. Allora, nel presentar me stesso, colgo al volo l’occasione per dipingermi nel peggiore dei modi, con un sano velo d’ironia e, con pungente e dissacrante disprezzo. Dico già da ora che non sono qui per darmi censi o titoli insignificanti, perché chi scrive detesta quell’effimera vanità tipica di gente ipocrita che non perde occasione, e non la smette mai di riesumar squallide mummie decrepite, o tirarle a lucido per far bella figura agli occhi dell’ignavo lettore. E poi, l’auto-promozione, come ho già detto altrove, è deprecabile esattamente come l’auto-commiserazione, per questi motivi, preferisco una descrizione un tantino ingloriosa, piuttosto che apparir l’ennesimo vanesio in cerca di vana gloria; e allora, per restare coerente con lo stile spontaneo che si richiede, ho preferito mostrar quest’emblematica foto che mi ritrae nei pressi di un fiume in piena che, ha tutta l’intenzione di rompere gli schemi. Così, volutamente, nel presentarmi al pubblico non ho voluto mostrare una di quelle foto, dove sembro un pinguino ingessato sbarbato e ben abbigliato. Quel desiderio del mettersi in posa per il momento, perché bisogna far bella figura non è un genere che appartiene al mio stile realista e razionale, per tanto ho voluto mostrarmi come un uomo che non ne può più, di questa soffocante soap-opera irrealistica e ingannevole e quindi ho deciso di immortalare quell’attimo in cui “mi sono sbottonato” e ho slacciato la cravatta, e così facendo ho cominciato finalmente a vivere libero dal pregiudizio e incurante delle critiche degli altri, ma soprattutto e finalmente libero di parlare e di scrivere quello che vedo. E quindi, prima di parlare del libro, ecco cosa posso dire di me.

 – Sono Isacco Luongo e nacqui ad Avellino 43 anni fa. Non posso certo dire, d’esser nato “Sub Julio, al tempo de’li dei falsi e bugiardi”. Perché, il primo governo di Giulio Andreotti si formò il 17 febbraio del 1972, e con lui nacque anche il debito pubblico. Ma chiaramente, non voglio dilungarmi troppo su tali circostanze, anche perché, il debito è cresciuto ed è diventato grande abbastanza, e come disse Ronald Reagan, «sa badare a sé stesso da solo». Tuttavia per logica, si sappia che, nacqui in un paese molto diverso da quello attuale, all’epoca l’Italia pagava in contanti, e con tanti saluti. Cos’altro dire, sono un tecnico, la mia formazione intellettuale è quella tipica di un Perito Elettronico e delle Telecomunicazioni; ma non mi vergogno a dirlo, – sono un fuori classe! – Nel senso che, già al tempo delle scuole medie l’insegnate d’Italiano (la “gentilissima” signora D’Onofrio), mi accompagnava soventemente fuori dalla classe. – Ed io per ironia della sorte, passavo il mio tempo a leggere altri libri che erano lì negli scaffali di fronte. E questi parlavano diffusamente di scienze, di tecnica, botanica e archeologia. Chiaramente leggevo il giornale con Alfredo il bidello. Quindi in qualche modo … studiavo, ma … a modo mio. Ovviamente tali abitudini erano già consolidate, ero già un fuori classe, dalle scuole elementari. E poi sono diventato un fuori corso alla facoltà d’Ingegneria Informatica e Automatica, dell’Università del Sannio. La vita sentimentale è andata meglio, tant’è che sono sposato, e vedo crescere a vista d’occhio i miei tre piccoli vulcani.

Altri difetti da segnalare: scrivo con la mano sinistra, e sono pure leggermente dislessico.

Ma chiaramente, non per questo, desidero che qualcuno di voi mi consideri … un genio?

Cos’altro posso dire, dal 1980 vivo a Santa Paolina, in provincia di Avellino, e sono convinto che, questo paese, ha grandi potenzialità, però, da molti anni oramai non riesce a selezionare elementi validi, e così ci si accontenta di amministratori a malapena capaci di tirare a campare, e chiaramente gli effetti sono palesi a tutti. Ma ora lasciamo perdere questi fatti che trovate su molti giornali locali, sia dell’Irpinia, che del Sannio, già a partire dal 2008. Detto questo, è meglio che continui a descrivere i miei difetti, e tra questi …

Ecco, il mio difetto peggiore, è la mia libertà d’analisi e di pensiero. Perché, come sappiamo dalla storia passata, quelli come me, non dovrebbero mai scrivere nessun libro, perché quelli come me, non sono soggetti ad alcun padrone. E desidero specificare chiaramente che, per me scrivere, non vuol dire compiacere coloro che, erogano quel cosiddetto – favore. – « Gesto tipico che si riscontra in quei camorrismi della società mafiosa ». Bensì, l’autore preferisce scrivere per denunciare, quello che, dai fatti storici – è venuto a mancare. – Pertanto, il mio unico padrone è, l’onesto lettore, il quale avrà tutti gli strumenti necessari, e potrà farsi lui stesso un idea dei fatti, veramente libero da condizionamenti. Infine, desidero rimarcare che, nel raccontare tali fatti ho mantenuto uno stile pulito, senza scadere nel cattivo-gusto o nel turpiloquio. E dunque, il vero autore di quello che scrivo non sono io; ma voi che leggete, perché solo voi potete trasformare una cartaccia sporcata d’inchiostro, in quei pensieri che vi appartengono, ed io se permettete, in questo libro che ho scritto, mi pregio solo d’aver fornito a voi tutti, … qualcosa su cui riflettere.

E se domani, altri fiumi in piena romperanno gli argini?  …

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...